La gravidanza può suscitare numerose domande e provocare sentimenti contrastanti. I centri di salute sessuale e pianificazione familiare riconosciuti dalla legge offrono un aiuto competente, discreto e gratuito in caso di gravidanza, voluta o non voluta.

Ogni donna ha il diritto di scegliere, senza costrizioni, se vuole o meno portare a termine la gravidanza. La sua scelta, presa in un determinato momento della vita, deve essere rispettata. Scegliere con chi, quando e se si vuole avere dei figli è un diritto fondamentale.

In questa situazione, la legge federale decreta il diritto alla consulenza e all’assistenza gratuita e confidenziale, indipendentemente dall’età e dalla decisione di portare a termine o meno la gravidanza.

 

In questo sito troverete tutte le informazioni necessarie sulle possibilità che vi si presentano in caso di gravidanza, voluta o non voluta.

  1. Desidero portare a termine la gravidanza
  2. Desidero interrompere la gravidanza
  3. Non so cosa fare: sono in dubbio sulla decisione da prendere
  4. Non posso tenere il bambino dopo il parto

Lo scopo è anche quello di combattere la disinformazione, in particolare su internet, sul tema dell’interruzione della gravidanza (aborto).

 

Minori di 16 anni

Se avete meno di 16 anni e vi trovate nella situazione di dover affrontare una gravidanza non voluta, vi consigliamo di parlarne con i genitori. Ma per legge non avete l’obbligo di informarli sui passi che intraprenderete, se decidete di interrompere la gravidanza.

Maggiori informazioni

 

Quadro giuridico in Svizzera

Il 2 giugno 2002, il regime dei termini è stato accettato in votazione popolare con il 72% dei voti. La nuova legge è entrata in vigore il 1° ottobre dello stesso anno. Secondo la legge, nelle prime 12 settimane di gravidanza la decisione di interrompere o meno la gravidanza spetta alla donna.

Maggiori informazioni

 –

Storia dell’interruzione della gravidanza in Svizzera

Le gravidanze non pianificate e le interruzioni della gravidanza sono sempre esistite, esistono tuttora ed ovunque. Fino alla fine del 20 secolo, numerose legislazioni condannavano l’interruzione della gravidanza (IG), anche in Svizzera, inducendo le donne ad abortire illegalmente. Interrompere una gravidanza in questo contesto, senza la garanzia di un’adeguata assistenza medica, poteva mettere a rischio la vita delle donne.

Maggiori informazioni