PIATTAFORMA INFORMATIVA, COMMUNITY E CORSI
www.mutilazioni-genitali-femminili.ch

italiano, tedesco, francese, inglese, somalo e tigrino

(lanciata il 16 maggio 2017)

Per la prima volta una piattaforma a livello nazionale offre informazioni importanti per le donne vittime o minacciate nonché per i professionisti, contribuendo in tal modo alla prevenzione di tali pratiche. Sulla piattaforma web le ragazze e le donne vittime o minacciate da queste pratiche, nonché le loro famiglie possono informarsi sulle conseguenze delle mutilazioni genitali. Le informazioni contestuali specifiche e gli aiuti pratici su questa tematica sono a disposizione anche per i professionisti. Oltre alla piattaforma informativa, la rete svizzera contro le mutilazioni genitali femminili offre corsi per migranti che in seno alle loro comunità (Communities) svolgono un lavoro attivo di sensibilizzazione in modo da poter raggiungere direttamente i gruppi specifici. Inoltre, sono dispensate consulenza e corsi di formazione mirati per i professionisti attivi nell’ambito della sanità, asilo, integrazione, custodia dei bambini, formazione e protezione dei bambini, visto che in questi ambiti mancano spesso le necessarie conoscenze specifiche. La rete promuove anche centri di accoglienza regionali che offrono consulenza e sostegno per questioni sociali e mediche, sia alle vittime o alle donne minacciate, sia ai professionisti.
La piattaforma informativa è gestita dalla rete svizzera contro le mutilazioni genitali femminili. Nel 2015, il Consiglio federale ha deciso di rafforzare il suo impegno contro le mutilazioni genitali delle donne e bambine. A seguito di questa decisione, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) e la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) hanno commissionato il progetto “Misure contro le mutilazioni genitali femminili 2016-2019”. L’UFSP e la SEM hanno affidato il progetto ad un’associazione cooperativa, di cui SALUTE SESSUALE Svizzera, Caritas Svizzera, TERRE DES FEMMES Suisse e il Centro svizzero di competenza per i diritti umani, sono le organizzazioni partner. Nel 2016 questo gruppo ha creato la “Rete svizzera contro le mutilazioni genitali femminili”.
———

In Svizzera 14700 donne e ragazze sono vittime o minacciate dalle mutilazioni genitali femminili. Queste persone hanno il diritto di essere tutelate e sostenute.